CRONACHE DI ORDINARIA OMOFOBIA: APPROFONDIMENTI

Cos'è «l’Omotransfobia», questa parola sconosciuta? È semplicemente l'avversione ossessiva (da fobia, dal greco "paura") che alcuni hanno verso gli omosessuali e le persone transessuali, che spesso porta a comportamenti intolleranti e violenti verso di loro e i loro familiari. Quando si discute di «omotransfobia» sentiamo spesso parlare anche di «discriminazioni», di «violenze» da contrastare, di «minoranze», di «diritti», di «tutele», di «orientamento sessuale», eccetera. In questa sezione vogliamo approfondire le tante declinazioni che questa parola assume nella nostra società, nelle comunità cristiane e nella vita concreta di tante persone LGBT e i loro genitori.

Immagine in evidenza dell'articolo
Trieste: botte a un attivista LGBT. Le reazioni indecenti nel web

Riflessioni di Massimo Battaglio Il “caso” di ordinaria omofobia della settimana è senz’altro quello che ha visto protagonista Antonio Parisi, attivista lgbt di Trieste, vittima di un orribile pestaggio a Monrupino. Martedì 16 febbraio scorso, il giovane si trovava con amici in un locale. Un gruppo di ragazzi ha cominciato a prenderli in giro per il loro modo di vestire....

Immagine in evidenza dell'articolo
Fonti e metodi con cui ricostruiamo le “cronache di ordinaria omofobia” in Italia

Riflessioni di Massimo Battaglio La “Cronache di Ordinaria Omofobia” cominciano a essere conosciute e utilizzate da un buon numero di informatori, opinionisti, attivisti, ricercatori. Noi che ci lavoriamo da un po’, non possiamo che esserne felici. Personalmente però, mi irrito un po’ quando mi viene chiesto di poter accedere alle fonti. Lo ripeto ancora una volta: le nostre fonti sono...

Immagine in evidenza dell'articolo
Il cardinale Müller tra minacce di scisma e ossessione omofoba

Riflessioni di Massimo Battaglio Da quando c’è Francesco alla guida della Chiesa, è tornata nel lessico di cattolici la parola “scisma”. Uno spettro si aggira per l’Europa: la puzza di scisma. A dire il vero, oggi se ne parla un po’ meno. Soprattutto dopo il successo fragoroso della “Fratelli tutti”, ultimamente, il manipolo degli ultraconservatori che gira intorno al cardinale...

Immagine in evidenza dell'articolo
Genitore 1 e genitore 2: ci risiamo con gli allarmi omofobi

Riflessioni di Massimo Battaglio La ministra degli interni Lamorgese sta preparando il decreto con cui si tornerà alle dizioni “genitore 1 e genitore 2” su alcuni documenti ufficiali, tra cui le carte d’identità dei bambini con meno di quattordici anni. Ed è subito scandalo. Ha cominciato don Maurizio Patriciello, l’ormai famoso prete di Caivano, paese del napoletano in cui si...

Immagine in evidenza dell'articolo
Due ragazze cacciate dalla famiglia la notte di capodanno perché si amano

Riflessioni di Massimo Battaglio Il nuovo anno delle Cronache di Ordinaria Omofobia si apre con un episodio tremendo. E’ la notte di capodanno. A Sant’Antonio Abate (NA), due ragazze di 20 anni, Anna e Isabella, sono cacciate di casa dalla madre di una delle due. E’ il caso di ripeterlo: cacciate di casa dalla madre nella notte di capodanno. Al...

Immagine in evidenza dell'articolo
DDL Zan: “l’opinione porta in prigione”? Ma quando mai!

Riflessioni di Massimo Battaglio Sabato, a Padova, è comparso uno striscione a cura di un’organizzazione di estrema destra che non dico. Tanto si sa. Diceva: “DDL Zan, quando l’opinione porta in prigione”. Nella stessa giornata, a Milano, un ragazzo gay di ventotto anni era finito in ospedale dopo essere stato preso letteralmente a mazzate fino a stramazzare per terra, da...